PROLIFE

 

V’è un temibile inverno

che piano piano si sta abbattendo

sull’italica nazione …

 

Il freddo,

particolarmente intenso,

è ben noto a quelle persone

che si stanno impegnando

per trovare la soluzione …

 

Cosa piuttosto difficile da realizzare

poiché non sarà facile fermare

l’annosa questione

della tendenza a non procreare

messa in atto da persone

che non sanno come campare …

 

Curioso, poi,

che se ne occupi pure la religione

vista la convinzione

d’accedere al più alto dei cieli

evitando proprio la procreazione!

 

Per ultima una semplice considerazione,

per chiarire come certi concetti,

fondati sull’evidente ipocrisia,

dividano, anziché unire, la popolazione:

 

da una parte c’è chi afferma che è insostenibile,

per il pianeta, l’incremento della demografia,

dall’altra c’è l’attivismo “prolife

che continua per l’altra via …

Annunci
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

FINCHÉ DURA

 

Dai …

non aver paura,

l’avrai sentito dire anche TU

che “stare insieme è bello,

finché dura!” …

 

Piangi, sfogati,

libera la mente,

dai pensieri che ti legano,

ossessiva-mente,

a chi non ti vuol più amare …

 

… poiché, evidentemente,

null’altro ti poteva insegnare …

 

E non ti preoccupare,

eccessiva-mente,

perché, anche se la vita è dura,

sempre ti riserverà una nuova,

entusiasmante, avventura …

 

 

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

QUELL’AMORE

 

Quando, alla fine,

cadono tutte le barriere

innalzate dall’inconsapevole mente,

chiunque, in quello stesso istante,

è pronto a lasciarsi andare, completamente,

fino ad innamorarsi, perduta-mente!

 

Quell’Amore, però, probabilmente,

non riguarderà una sola persona

poiché sarà totale,

non lo si potrà quindi confinare

in un opprimente sistema convenzionale …

 

Esso è al di là …

d’ogni rigido schema mentale,

già sperimentato da chi è riuscito a comprendere

che non esiste distinzione tra bene e male,

essendo quelle definizioni gli opposti della dualità

che sta sperimentando, ora, l’umanità …

 

<<Ma, allora, l’altra metà?

La tanto ricercata anima gemella?>>

 

Quella?

Una bella storiella,

utile a giustificare l’istinto naturale

di cui si serve la creazione

per “obbligarci” a procedere oltre …

… nell’evoluzione …

 

<<MI AMI?>>

 Sì, assolutamente, IO Ti Amo totalmente, perché IO Sono Amore, non “solo” mente. Tu lo avverti, e vorresti imprigionare quel sentimento. Ma non puoi riuscirci, poiché Lui è libero, come il vento. “È come quando un fiore si apre e la sua fragranza si spande. Non è che il fiore stia facendo qualcosa per diffonderla, non c’è uno sforzo da parte sua; gli passi vicino e lui t’inonda con la sua fragranza. Il fiore è semplicemente sbocciato, e se anche Tu non fossi passata, quel profumo avrebbe comunque aleggiato sul sentiero vuoto, che sarebbe stato colmato della sua essenza. Così è anche per Te, cara Anima, quando realizzi la tua più intima Essenza, l’Amore si diffonde. L’Amore è la fragranza. Mentre, invece, probabilmente, quello che tu chiami amore non è tale. Quello che tu chiami amore può essere tante cose diverse, ma non è Amore. Può essere sesso; può essere avidità; può essere solitudine; può essere dipendenza; può essere possessività; può essere tante altre cose, ma non è Amore. L’Amore È non possessivo. L’Amore on ha niente a che vedere con qualcun altro, È lo stato del tuo Essere.” Certo, una relazione è sempre possibile, chiunque è attratto dalla bellezza, ma solo tra individui che hanno già raggiunto la stessa consapevolezza. La relazione può esistere, ma l’Amore non è confinato ad essa, quando ciò accade è perché i due sono ancora prigionieri dell’ego, e quindi lotteranno per affermarsi l’un sopra l’altro. Giochi di potere. Ecco perché dall’amore nasce tanta infelicitàSe fosse stato Amore, il mondo sarebbe un paradiso … ed invece, ancora, per ora, dobbiamo accontentarci d’un reciproco sorriso …

 (Fonte: “Osho – La vera saggezza”. © 2002 RCS Ed. Tascabili Bompiani, nov. 2004, pag. 69-70)

Pubblicato in Senza categoria | 4 commenti

NASCONDINO

 

Ricordo d’averlo già detto

ma forse mi sbaglio,

perciò non scommetto …

 

Però lo ammetto,

quando ogni bambino,

sulla soglia della mia porta,

pronuncia timorosa-mente

quella frase curiosa:

 

Dolcetto o scherzetto?

 

IO torno indietro nel tempo,

a quando, spensieratamente,

giocavo a nascondino

e non conoscevo

quella festa “spiritosa”!

 

Però adesso mi chiedo,

essendo un’Anima

particolarmente “riflettente”,

se questo è il gioco praticato pure dalla religione,

la quale, evidente-mente,

attraverso la paura e la superstizione,

ancora cerca, disperata-mente,

di distogliere l’attenzione della gente

dalla sacrosanta verità

(già nota all’umanità)

che consentirebbe, individualmente,

qui e ora, istantanea-mente,

d’approdare, “beata-mente”,

alla vera divinità …

Pubblicato in Senza categoria | 3 commenti

RITORNO ALL’ORIGINE

 

Esiste davvero la possibilità

di tornare all’origine

(prima di lasciare questo mondo)

godendo pienamente della realtà?

 

Sì, probabilmente,

sarebbe sufficiente liberare la mente

dalle tante assurdità

raccontate da certa gente

riguardo alla spiritualità …

 

… e con esse abbandonare,

definitiva-mente,

la propria, falsa, identità

 

Una scrupolosa opera di purificazione

che ognuno conduce

ad una favolosa riflessione:

 

È al di là … d’ogni convinzione

difesa con la ragione

che cessa ogni divisione,

e recandovisi personalmente,

si riscopre, incredibilmente,

quella cosa meravigliosa

chiamata compassione“!

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

È COMPRENSIBILE

 

È comprensibile,

chiunque lo può accettare facilmente,

la realtà è senza tempo,

poiché è evidente che tutto accade

esclusivamente nel presente …

 

Ma se provassimo ad immaginarla come un libro

di cui non abbiamo ancora iniziato la lettura?

Quello già esisteva prima che ce ne interessassimo

acquistandolo ed iniziando, così,

una nuova, entusiasmante, avventura …

che ci ha portato a conoscere l’Autore

e la sua illimitata bravura …

 

A causa della nostra innata curiosità, già dall’inizio,

man mano che ci veniva svelato qualche indizio,

non abbiamo potuto resistere alla tentazione

d’emettere il nostro giudizio …

 

Ma come poteva, quello, essere equilibrato

se ancora non avevamo raggiunta la fine

ed il contenuto non ci era stato interamente rivelato?

Una cosa, invece, avremmo dovuto chiederci:

“Oltre lo scrittore e l’editore,

qualcun’altro conosceva già l’interezza

dell’opera che celava siffatta bellezza?

 

C’è chi afferma di sì, tra coloro i quali credono

che si possa andare oltrela mente duale …

ove si avrebbe accesso ad una favolosa memoria ancestrale …

che comprenderebbe l’esperienza d’ogni individuo “speciale”

già recatosi, personalmente, al di là del bene e del male …

 

SGUARDO NEL FUTURO

… “La realtà è senza tempo, onnipresente. Ma non è in questi termini che noi la percepiamo. Possiamo immaginarla come un grosso libro che stringiamo tra le mani ed il cui contenuto ci è ignoto. Per conoscerlo dobbiamo cominciare a leggere, scorrendo via via tutte le pagine. Il contenuto del libro esiste, indipendentemente dal fatto che finiremo o meno di leggerlo e dal tempo che impiegheremo, lo sappiamo a priori, lo diamo per scontato. Ma è leggendolo che diamo uno sguardo nel futuro, mentre, contemporaneamente, verifichiamo, esclusivamente nel presente, se ciò che avevamo immaginato era giusto o sbagliato, poiché il vero contenuto si rivela a noi, intera-mente, solo quando l’avremo effettivamente terminato.

DOMANI

Lo sguardo nel futuro è, però, sempre una sbirciatina e non sostituisce il vissuto. Anche se oggi immaginiamo ciò che potrebbe accadere domani, il domani potrà essere vissuto soltanto nel presente. La conoscenza anticipata del futuro è possibile, sicura-mente, in quanto proiezione della mente. Quindi, ipoteticamente, il futuro esiste già … è parte dell’esistenza … ma diviene realtà quando ne avremo fatta, materialmente, l’esperienza. Abbiate pazienza … ma ciò esclude, del futuro, ogni manovrabilità personale ed ogni influenzamento. Anche se la maggior parte delle persone non vuole prenderne atto, preferendo continuare a sperare … di poterlo indirizzare a proprio piacimento. Credono … quelle … di poter configurare il loro futuro … ma non sanno … probabilmente … che la loro unica libertà è proprio quella di credere … di conoscere la libertà … idea che ostacola, decisa-mente, la ricerca della verità …

AVVIENE

… L’uomo possiede un’unica libertà, quella di credere di essere libero. Tutto il resto avviene in base a leggi. Avviene, e l’uomo dice: “Io ho fatto”. Ciò che resta all’uomo è la scelta. Infatti, poiché la realtà si manifesta in termini polari, la polarità gli offre una possibilità di scelta. Egli può scegliere … come seguire le leggi – seguirle però dovrà … in ogni caso … Questa idea della determinazione risulta insopportabile a molti: lo chiamano ‘fatalismo’. Tale reazione mostra, tuttavia, che il determinismo non è stato compreso. Il determinismo non conduce affatto alla rassegnazione, conduce, al contrario, alla completa libertà dalla paura ed alla constatazione della significatività della Vita: conduce alla vera libertà.” …

 (Riflessione ispirata dalla lettura delle pag. 153-154 del libro:

di Thorwald Dethlefsen, “L’esperienza della rinascita”. © 2004 by Edizioni Mediterranee).

Con frasi in esso contenute, sostanzialmente modificate dallo scrivente.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

CERBIATTO

 

È nella bimba col gatto

che, maggiormente, spicca il talento

di chi amava dipingere occhi

da qualcuno definiti di “cerbiatto”!

 

Una bellissima storia passata dalla realtà

al cinema ed infine alla televisione,

quella di due persone che sulle bugie

hanno basato la loro relazione …

 

E fin qui niente di strano,

dato che è ciò che accade a tantissime persone …

 

Quel che mi chiedo è invece perché quell’artista

abbia scelto di cambiare religione,

diventando, secondo una presunta verità,

d’un “altro dio” una testimone …

mutando poi stile, sorprendente-mente,

iniziando a dipingere, invece dei soliti occhi tristi,

volti colmi di gioia e di felicità …

 

La risposta, ovvia-mente,

chiunque la troverà dentro se stesso,

dopo che, personalmente, avrà sperimentato

quella grande emozione …

 

Ma IO non posso non lasciarmi andare

ad una semplice riflessione,

affermando che anch’ella, probabilmente,

pur risvegliatasi dalla letargia latente,

non ebbe il coraggio d’abbandonare quell’illusione,

… definitiva-mente …

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento