SENTO

 

Ho sentito dire, recente-mente,

che esisterebbe davvero, gente …

affetta da sfrenato fanatismo

che a causa d’una superstiziosa paura,

sarebbe disposta a credere, addirittura,

ad una superata verità,

riguardo l’assurda idea

d’un’ipotetica divinità …

 

e su quella continuerebbe a fare proselitismo

senza occuparsi della contingente realtà …

 

Fortunata-mente,

c’è, ora, chi si sta aprendo mentalmente …

e perciò, più facilmente, s’incontrano Anime

disposte ad accogliere l’ipotesi

che non sia mai esistita la netta differenza

tra trascendente ed immanente!

 

Perché, mi suggerisce la curiosa coscienza,

Tutto È manifestazione

dell’Unitaria, straordinaria,

meravigliosa

Essenza …

 

 

P.S. Ciò che è stato istituito

per far fronte ad una situazione contingente

viene, convenzional-mente, definita istituzione

che ha certa-mente motivo d’esistere

fino a quando, a quello specifico problema,

viene trovata la definitiva soluzione …

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

IL MESSINESE

 

Chi per l’arte ha un cuore a parte

conoscerà sicuramente l’Antonello

(anche detto “il messinese),

colui il quale dipinse un quadro proprio bello

ispirandosi all’amore sfuggevole

che sempre riserva sorprese …

 

La sua Madonna col braccio alzato,

senza il bambino, e nessun angelo vicino,

qualcuno ha ipotizzato

simbolizzasse l’incognita del destino …

 

Ma certo non manca chi, dotato di particolare estro,

in quel semplice gesto ha visto un invito a fermarsi,

dato che mai, loro, avrebbero potuto amarsi …

 

Egli la dipinse mentre, frastornato,

sperimentava quel meraviglioso sentimento

per colei che non avrebbe potuto amare carnalmente …

la figlia d’un suo maestro,

della quale s’innamorò perduta-mente …

 

La caratteristica principale

che contraddistingue la vergine nella sua pittura

è quella d’una donna sempre intenta alla lettura …

poiché egli non aveva paura, evidentemente,

d’affermare, ineluttabil-mente,

che non ha genere la sapienza …

e che nessuna istituzione,

di Lei,

avrebbe potuto, a lungo, fare senza …

 

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento

SANTA MARIA

 

Il 22 luglio è la sua festa,

ma per non alimentare la confusione,

chiarisco che mi sto riferendo alla Maddalena …

un tempo prostituta

poi fatta santa con tanta lena …

da parte d’una religione

che senza di Lei, evidentemente,

avendo perso completamente la testa,

sta lentamente uscendo di scena …

 

Perché proprio quel giorno?

Qualcuno sicura-mente se l’è chiesto

tra coloro i quali amano … la riflessione …

 

Probabilmente perché,

come accade ciclicamente,

il Sole lascia il Cancro

per entrare nel Leone …

 

Ella, simbolo del femminile

opposto al maschile,

è stata spesso rappresentata,

soprattutto nell’arte,

con un teschio od un’ampolla:

come simbolo della sua nemesi il primo

(Eros e Thanatos);

e della coppa-Vaso/Acqua-vino il secondo …

 

All’interno del Pistis Sophia,

che simboleggia la gnosi (conoscenza),

luogo che IO personalmente ho visto …

ella rappresenta l’incarnazione della divina sapienza

e come tale, Sposa e Sacerdotessa di Cristo

CRISTO L’AMAVA

… “L’identificazione tra Sophia e Maria Maddalena è presente anche nell’apocrifo Vangelo di Filippo, dove in particolare il ruolo della Maddalena si riveste di Eros: ‘Tre persone camminavano sempre con il Signore: Maria sua madre, la sorella di lei, e la Maddalena, detta la sua compagna. Maria, infatti (si chiamava) sua sorella, sua madre, e la sua compagna. E la compagna del Salvatore è Maria Maddalena. Cristo la amava più di tutti gli altri discepoli e soleva spesso baciarla sulla bocca’.

Il Vangelo di Tommaso, infine, si conclude con la trasformazione di Maria Maddalena in uomo. Gesù disse: ‘Ecco, io la guiderò in modo da farne un maschio, affinché lei diventi uno spirito vivo uguale a voi maschi. Poiché ogni femmina che si fa maschio entrerà nel Regno dei Cieli’ con un evidente significato esoterico, intendendo con il farsi maschio, la condizione di Androgino, ovvero la ricongiunzione degli opposti e il ritorno all’Adam primordiale.

La Camera Nuziale, riportata nel vangelo di Filippo, può essere quindi quel luogo archetipo della suprema congiunzione degli opposti, il luogo della ierogamia, dell’accoppiamento sacro Sole Luna.

No, non posso stare zitto …

Maria Maddalena è l’eros,

il netzach (vittoria) della cabala,

la Venere della pagana spiritualità,

l’Iside dell’Antico Egitto …

la vita che sconfigge la morte,

il Graal che ritrova il Verbo e salva l’uomo” …

da ogni altra, falsa, divinità …

 (Fonte: https://psicologiaalchemica.wordpress.com/il-mito/maria-maddalena-la-sposa-la-conoscenza-e-leros/ )

 

Voi lo sapete …

dalla spiritualità IO Sono totalmente assorto

e nel valutarla sono decisa-mente accorto …

perciò ho potuto intuire che la frase seguente:

 

Per tre giorni da sola veglierà il suo sepolcro,

ed è lei la prima persona alla quale appare il Risorto

 

sta “probabilmente” a significare che,

tra la morte e la resurrezione

v’è quel famoso periodo di tre giorni

tanto caro alla religione …

 

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

SACCENZA

 

 

No, non si può …

negare l’evidenza

è ormai chiaro che,

riguardo alla spiritualità

ed alla conoscenza,

pecca, inconsapevolmente, di saccenza

chiunque pensa … che la divinità …

non possa fare a meno

dell’altrui testimonianza …

 

Ella, nella sua sconfinata sapienza,

rivela la sua splendente magnificenza

a chiunque raggiunge

il giusto livello di coscienza

per programmare per Sé

il successivo livello d’esistenza …

 

Credetemi, occorre, semplice-mente,

sintonizzarsi su quella meravigliosa frequenza

per dare inizio alla nuova danza …

e non c’è nessuno al di fuori di noi

che possa indicare la via,

ad eccezione della personale esperienza …

 

Ma Voi, care Anime,

potete continuare a farvi incantare

da chi afferma di potervi insegnare

come s’arriva ad Amare …

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

TRE CORPI?

 

Chi cerca … sicura-mente troverà

le informazioni sui tre corpi che costituirebbero l’unità (!?)

poiché, leggendo qua e la, chiunque un’idea se la fa …

ma IO, ormai si sa, Amo la semplicità,

perciò voglio esprimere la mia verità …

 

Il corpo materiale non ha bisogno di commenti,

sicura-mente, lo conosciamo tutti quanti …

Quello mentale, studiato da tanta gente,

è, praticamente, un computer molto potente …

che ci consente d’adattarci all’ambiente circostante.

Qualcuno lo chiama “mente”, semplice-mente,

esso è la sede dei nostri pensieri che oscillano continuamente

tra passato, futuro e presente …

pur essendo l’ultimo, l’unico esistente!

 

Ma quello più importante

è probabilmente il “corpo di Luce,

composto, sembra, da un’energia potente

visibile agli occhi di quella gente

che avrebbe già visitato il trascendente …

 

C’è chi lo conosce col nome di “Anima”,

“Sé” o “Supercoscienza”,

ma sulla sua effettiva esistenza,

che sembra possa essere provata solo con l’esperienza,

stanno ancora discutendo sia la religione che la scienza …

 

Chi ci riesce probabilmente capisce

chi è che poi nasceda quella mistica unione

(della mente e del cuore)

che conduce al di là dell’illusione

ove si sperimenta la compassione …

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

FUORI LE MURA

 

Quando le basiliche più importanti

(tra quelle che a Roma

son dedicate a famosi santi

della cattolica religione),

erano ancora fuori le mura …

accadevano fatti eclatanti

che già a quell’epoca facevano paura …

 

Giunsero a Roma i saraceni

e, prima d’essere fermati,

distrussero, saccheggiarono,

e portarono via tanti beni …

 

Ma, afferma un semplice poeta,

essi pagarono a caro prezzo

le loro malefatte,

poiché, probabilmente,

a causa di una forte tempesta,

naufragarono a largo di Gaeta

e con loro anche il ricco tesoro …

che molti ancora cercano

per ingannare l’attesa …

del ritornodella mitica età dell’oro …

L’APPARIZIONE

… “Di maggior impatto psicologico e suggestione è la leggenda connessa alle grotte, ove sarebbero rimasti intrappolati i saraceni con i loro tesori, che si attribuisce ovviamente a tempi immemorabili, di apparizioni nella notte di Natale di ogni anno (o nel Solstizio d’Inverno), di una “maga” vestita di bianco e fosforescente che con un bacile in mano fuoriusciva dalle grotte della Valle dei Guaraldi, similmente a come un nobile locale nel ‘600 raccontava dovevano apparire i sacerdoti officianti i riti del culto di Mitra, che si suppone avvenissero nelle grotte menzionate. La tunica bianca tipica dei sacerdoti mitraici potrebbe aver indotto gli eventuali testimoni a ritenere fosse una figura femminile, oppure potrebbe riferirsi al ‘culto delle madri’ della religione dei Celti e dei Liguri. L’ipotesi che il luogo in tempi remoti potesse essere adibito a tempio, per compiere antichi rituali pagani, non è affatto peregrina, in quanto è ormai risaputo da tempo che per tali insediamenti venivano scelti luoghi dalle particolari energie geotelluriche, sui quali infatti col passare dei secoli e dei millenni venivano sempre costruiti nuovi templi e luoghi di culto, sopra a quelli pre-esistenti, in quanto era il luogo ad interessare. Sono infiniti i siti di culto, attualmente sono prevalentemente Santuari Mariani (alcuni con notevole tradizione miracolistica) sui quali si sono trovate scavando tracce di due o tre, a volte anche quattro templi di epoche precedenti. In proposito la Valle dei Guaraldi si presterebbe, essendo caratterizzata dal passaggio di ben due faglie compressive che generano energie telluriche misurate scientificamente, che variano dai 700 ai 2500 nanometri, e rendono il luogo sicuramente interessante ed appetibile, ancor oggi, per tutti coloro che sono alla ricerca di questo tipo di emissioni, particolarmente considerate negli ultimi decenni negli approcci scientifici multidisciplinari in ambito biogeologico e geobiofisico, della bioedilizia, terapeutico alternativo, ecc.. Tornando alla leggenda tramandata in loco, l’apparizione della figura in tunica bianca era sempre preceduta e seguita da una luminescenza potente e perdurante, che si rendeva visibile in tutta la valle e che terrorizzava gli abitanti che si guardavano bene dal curiosare ulteriormente, limitandosi ad osservare il fenomeno da debita distanza. Ci fossero stati in loco degli “ufologi” ante litteram, avrebbero interpretato il fenomeno ben diversamente. Motivo per cui occorrerebbe essere sempre cauti nelle interpretazioni dei fenomeni e degli eventi su cui si indaga, controllando l’emotività.” …

(Fonte: http://www.italiamedievale.org/portale/incursioni-dei-saraceni-nellalto-medioevo-in-piemonte-e-nel-monferrato/)

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

OSTINATA-MENTE

 

Sia la scienza che la religione

sono a conoscenza, dell’esistenza,

d’un’altra dimensione di coscienza

che qualcuno, ancora, ostinata-mente,

vorrebbe raggiungere attraverso la ragione …

 

IO, invece,

dopo essermi lì recato, personalmente,

abbagliato da quella bellezza splendente,

sono tornato

ed ho cercato di raccontare ciò che ho visto

attraverso l’inconsapevole mente …

 

… che, per quanto efficiente,

non è stata in grado d’immagazzinare

tutte le informazioni che mi sono state rivelate

in un solo istante …

 

Comunque ciò non m’impedisce, ora,

osservando attentamente

dalla mia attuale consapevolezza,

di distinguere tra menzogne e verità

raccontate da certa gente …

 

… la quale non sa, probabilmente,

di poter fare la mia stessa esperienza,

abbandonando semplicemente ogni resistenza

alla manifestazione della propria,

meravigliosa, essenza …

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento