RIBELLATI

Come pensare al futuro

in modo intelligente?

Facile, occorre vivere pienamente

nel momento presente!

 

Per riuscirci occorre però

rimanere indifferente

davanti alle affermazioni della gente

che vorrebbe tutto controllare

uniformandosi al “precedente”

 

Non serve progettare,

organizzare, ideare,

in modo ossessionante.

Quel che serve veramente

è vivere liberamente,

aprendosi al nuovo

costantemente

 … <<Il futuro appartiene a coloro che amano i cambiamenti, che vanno loro incontro danzando, che sono pronti a celebrarli. E ogni volta che si presenterà loro un’opportunità non se la lasceranno sfuggire. Il futuro appartiene a costoro! La storia sta facendo una grande svolta, si sta muovendo su un altro livello. Ecco perché insisto sempre nell’esortarvi a non ostacolare qualsiasi cambiamento, allorché si presenta. Se il rapporto con la tua donna sta cambiando, non ostacolarlo: lascia che accada, lascia che segua il suo corso. Anche se dovessi separarti da lei, non preoccuparti. La mentalità dell’aggrapparti ti farebbe vivere nell’infelicità. Se sta cambiando, che cambi! Godi di questo cambiamento, godi della novità. Accogli il nuovo, dagli il benvenuto. In breve tempo vedrai che, se sei capace di accogliere il nuovo senza dare in escandescenza per ciò che è stato in passato, la tua vita inizierà ad avere eleganza, grazia, gentilezza e diventerai simile ad un fiore vellutato. Questo è il momento in cui un ricercatore comincia a danzare. Questo è il momento in cui inizia la sua celebrazione. E ricorda: l’orca marina e lo scimpanzé sono capaci di giocare, ma solo l’uomo è in grado di celebrare; la celebrazione appartiene solo all’uomo. Hai sentito molte definizioni: qualcuno dice che l’uomo è un animale razionale, altri dicono qualcos’altro. Io affermo: l’uomo è l’animale in grado di celebrare. Questo è il punto che lo differenzia da tutti gli altri animali. Ma se rimani aggrappato a ciò che è vecchio, come puoi celebrare? In questo caso vivi in una tomba perché vivi nel passato, vivi in ciò che è morto e non permetti alla vita di raggiungerti. È come se una pianta di rose non potesse fare a meno delle sue rose appassite, ormai secche e continuasse a raccogliere i petali caduti, come se avesse paura dei nuovi boccioli e dei nuovi fiori, come se avesse paura della primavera. Questa è la situazione in cui vivono milioni di persone: rimangono aggrappate ai petali appassiti, secchi. Continuano a raccoglierli, vivono nei loro ricordi. Chiamano tutto ciò nostalgia, ma non è altro che stupidità. Un uomo vero non ha alcuna nostalgia. Non si volta mai indietro verso il passato, perché no esiste più. Vive nel momento presente e si mantiene aperto al futuro: il presente è suo ed il presente lo rende capace di ricevere il futuro. Le sue porte sono sempre aperte al vento, alla pioggia, al Sole. Egli è un’apertura e solamente dopo che avrai cominciato a girovagare nel Cielo aperto non sarai più aggrappato ad alcunché. Non striscerai più, né andrai più carponi sul terreno. Avrai dispiegato le ali e volerai alto nel Cielo; sarai ricettivo all’esistenza ed a tutte le sue sfide; non sarai più ne ortodosso, né convenzionale, né conformista. Sarai un ribelle, la tua sarà una ribellione interiore che ti farà conoscere la gioia di vivere, e solo gli spiriti ribelli cominciano a sentire la presenza del divino. Questo è il paradiso: la presenza di Dio>>…

 Fonte: Osho – “I libri del fiore d’oro” © 2000 by News Services Corporation, Arona (NO). © 2007 RCS Libri S.p.A., Milano. Prima edizione Firme Oro Bompiani: novembre 2007 (ISBN 978-88-486-0341-6, pag. 684-686). © 1979 Osho International Foundation, CH8001, Zurigo, Svizzera.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a RIBELLATI

  1. L'Amico Mauro ha detto:

    Come vivere semplicemente?
    È facile!
    Basta “Essere” se stessi
    consapevolmente
    e, senza affrettarsi, fare
    “un passo dopo l’altro”
    http://ilblogdiametista.blogspot.com/2011/11/un-passo-dopo-laltro.html
    pazientemente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...