VELOCITÀ

 

La ”superiore conoscenza

tramandataci dalle ipotetiche ”divinità”,

”superdei” o ”sacri maestri”

(chissà perché sempre uomini …?),

afferma che l’anima assume un corpo fisico

per innalzare il suo livello d’energia/coscienza

che diventa immediata-mente fruibile,

in modo quantico, al resto dell’umanità …

 

Così si spiegherebbe pure la velocità

con cui determinati concetti prendono piede

a svantaggio d’una superata verità …

 

Eppure, in virtù del libero arbitrio,

ciascuno di noi può liberamente scegliere …

di continuare a credere a ciò che lo fa stare bene,

essendo padrone della propria individualità,

(la falsa personalità io/ego/mente/pensieri)

preferendo conservare l’attuale realtà …

che, seppur dura, evidentemente fa meno paura

del dover affrontare l’ignoto e la sua meravigliosa originalità

insieme al “nuovo” concetto di dualità …

 

GIORNO E NOTTE

… <<Al pari di altre genti, quel popolo credeva … nell’energia creativa organizzatrice dell’universo, di cui ognuno di noi sarebbe parte, nel senso che “io sono voi e voi siete me”. Ma i Maya erano giunti ad un’introspezione filosofica che faceva giustizia dell’irrazionalità del bene e del male, affermando semplicemente che “il giorno diventa notte e che la notte diventa giorno”. Sulle prime, il principio appare ovvio e privo di qualunque rilievo, ma se lo conducessimo un passo più in là, potremmo arrivare al concetto secondo cui “il bene diventa male ed il male diventa bene”. Per spiegarci meglio: “il giorno peggiore della nostra vita” evoca ogni sorta di reazioni contraddittorie. La prima è la paura che un momento simile possa verificarsi di nuovo; ma alla sensazione più immediata, succedono la gratitudine ed il sollievo perché siamo usciti da quel frangente. Quanto siamo più felici oggi che in quel terribile giorno, e come siamo felici di averla scampata ed essere sopravvissuti a quello spaventoso momento della nostra esistenza! Non diversamente, quando ricordiamo il giorno più felice della nostra vita, noi pensiamo a quanto sia stato gioioso e proviamo un senso di desolazione perché oggi non possiamo sentirci come allora. Così vediamo che ciò che era male diventa bene, e ciò che era bene diventa male. La felicità muta in infelicità esattamente come l’infelicità muta in felicità; il giorno diventa notte e la notte diventa giorno; la pioggia succede al sole con la stessa inevitabilità con cui il sole succede alla pioggia.>> …

(Fonte: Maurice M. Cotterel, “I SUPERDEI sono venuti per salvare l’umanità”. © 1999 Corbaccio, pag. 135-136, stralcio)

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

7 risposte a VELOCITÀ

  1. L'amico Mauro ha detto:

    IO Credo …
    http://serpente-piumato.blogspot.it/2014/01/io-credo.html
    … sia giunto il momento di smettere di credere in quelle istituzioni …
    che anziché unire …
    https://amicidimauro.wordpress.com/?s=ri-unione
    … dividono le popolazioni
    😀

  2. Pingback: DESTINAZIONE | La Nuova Era

  3. Pingback: La Nuova Era

  4. orchideagialla ha detto:

    Perché si dovrebbe fare veloce-mente …
    ciò che, naturalmente accade … lenta-mente … ?
    http://www.entourage-di-kryon.it/l-anima-umana-parte-6

  5. Pingback: PARTENZA | SPIRITUALITÀ

  6. Pingback: CATARSI | Emozioni, l'espressione fisica dell'amore

  7. Pingback: PINOCCHIO | Mondi alternativi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...