FONTE Q

 

Cara Anima, sai dirmi TU

da chi è stato scritto il proto vangelo

denominato: “Fonte Q”?

 

Te lo chiedo perché, oltre “me”

tante sono le persone che vorrebbero sapere

se è stato scritto da Gesù (!?)

 

A tal fine,

per facilitare la tua comprensione,

ho scelto di riportare, testual-mente,

ciò che ha scritto un noto docente

che il nuovo testamento, ci dicono,

ha studiato approfondita-mente …

(Burton L. Mack)

 

LA BESTEMMIA

La cosa più importante è che gli autori del testo noto come ‘Q’ non pensavano a Gesù come ad un messia od un cristo, né intendevano il suo insegnamento come qualcosa di diverso o contrario alla tradizione. Per loro, la crocifissione non aveva nulla di divino, né era stata un atto salvifico. Neppure credevano … che Gesù fosse risorto e tornato in vita vincendo la morte per la salvezza del mondo. Semplicemente gli attribuivano delle qualità profetiche e degli insegnamenti, attenendosi ai quali era possibile vivere in giustizia e grazia, anche in quel periodo storico molto tribolato. Di conseguenza, non ebbero mai l’idea di rendere venerabile il suo nome o di onorarlo alla stregua di un Dio – cosa che per loro, come per tutti i pii ebrei, costituiva gravissimo peccato di bestemmia, anche soltanto pensarlo – né celebravano mai la sua memoria con inni, preghiere o rituali a lui dedicati.”

A questo punto,

se costui avesse davvero ragione,

bisognerebbe chiedersi, logica-mente,

se vera-mente la crocifissione

ha a che fare con la religione …

 

CONTRO L’IMPERO

… “Che la crocifissione nulla avesse a che fare con la religione ce lo ha confermato Tacito parlando di Nerone: “Egli accusò di essere colpevoli, e sottopose a raffinatissime pene, coloro che il popolo chiamava cristiani e che erano odiati per i loro crimini. Quel nome veniva da Cristo, che sotto il regno di Tiberio era stato condannato al supplizio per ordine del procuratore Ponzio Pilato (Annales XV, 44)”. Non c’è, dunque, nessun accenno alle credenze religiose, i cristiani erano criminali che si richiamavano all’ebreo ucciso per le sue idee nazionaliste ed insurrezionali contro l’impero romano … Per lo stesso motivo, nel 70 Gerusalemme viene assediata dalle truppe di Tito e ridotta alla fame, quindi espugnata, e la gran parte degli abitanti furono crocifissi. L’ultima resistenza, durata alcuni mesi, avvenne a Masada nel 72, dove gli abitanti, famiglie di Zeloti, si suicidarono in massa pur di non arrendersi. Giuseppe Flavio descrive questa città nella sua “Guerra Giudaica” (Cap. VII). Quella era una fortezza costruita nel 103 a.C. da erode il Grande, sorgeva sull’altopiano che si affaccia sul mar Morto, poco distante da Qumran. Perché una resistenza così estrema? Cosa o chi nascondeva questo imprendibile ed isolato luogo? Sempre Giuseppe Flavio ci dice che il capo zelota di masada era un certo Eleazar, cioè Lazzaro, il fratello di Maria Maddalena, quindi cognato di Gesù. Il prof. Donnini è convinto dell’identificazione di questo Eleazar con quello di cui parla il vangelo secondo Giovanni,  a proposito della resurrezione da parte di Gesù. Una resurrezione che nasconde un rito iniziatico per una rinascita in una nuova vita gnostica

LA CROCIFISSIONE

Gesù Nazareno Re dei Giudei è fatto prigioniero e condannato a morte per reati di insurrezione contro i romani, quindi crocifisso. Nel testo ho chiarito che per un bestemmiatore l’autorità ebraica aveva conservato il potere di lapidare a morte il condannato, come nel caso di S. Stefano e lo stesso Giacomo. La crocifissione era un supplizio esclusiva-mente romano e veniva inflitta solo per reati politici. Gesù fu crocifisso perché aveva violato la legge romana, la legge della potenza occupante, non certo per problemi religiosi che per i Romani non erano importanti. Jeoshoa “resuscita”, probabil-mente, grazie ad una morte apparente, molto comune in questi casi, ad opera di guaritori esseni, gli “angeli” vestiti di bianco incontrati da Maria Maddalena davanti al sepolcro vuoto. La morte di un crocifisso non era poi così scontata come potremmo credere. Le leggi ebraiche (Yevamot e Misnah) contemplavano tale possibilità (Davvero? Eppure poco prima l’autore ha detto che era un’usanza della sola Roma imperiale?! n.d.r.). a tale proposito si legge: “Se una donna già sposata, vedova di un crocifisso, si volesse risposare, deve dimostrare, attraverso testimoni credibili e con prove tangibili, che il marito sia morto realmente”. La morte non era dunque scontata e, addirittura, in molti casi, il crocifisso poteva essere riscattato, più o meno legal-mente, per esempio, nel caso di ricche famiglie … corrompendo le guardie o facendolo fingere morto (attraverso apposite droghe) e tirato giù dalla croce ancora in vita.” …

(Fonte: Luigi Cagnazzo, “Jeoshoa e MyriamLe radici del cristianesimo. © 2016 G. Albatros, pag. 147-151, 286, stralcio)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a FONTE Q

  1. L'amico Mauro ha detto:

    Il Pistis Sophia, nel suo insieme,
    risulta essere un collage di quattro manoscritti,
    cui puoi scegliere di credere pure TU …
    https://gilgameshdisumer.wordpress.com/gnosi/
    http://serpente-piumato.blogspot.it/2017/06/prisca-sapientia.html
    https://gilgameshdisumer.wordpress.com/2017/06/08/salomone/
    https://emozionilibere.wordpress.com/2017/06/08/myriam-e-gesu/

    Grazie ad essi è possibile raggiungere la saggezza,
    conosciuta da ogni religione,
    https://amicidimauro.wordpress.com/2014/04/07/la-religione-2/
    riguardo al modo di giungere, personalmente,
    alla resurrezione …
    https://amicidimauro.wordpress.com/2017/03/14/resurrezione-3/

    Però, ovvia-mente, libera-mente,
    chi volesse vera-mente incontrare il divino …
    “deve” Essere in grado di scegliere il proprio cammino …
    https://astronascenteblog.wordpress.com/?s=cammino

    Quelle che seguono sono “altre fonti” …
    alternative alle quattro sopra indicate,
    dirette a coloro i quali sono già pronti:
    https://it.wikipedia.org/wiki/Sophia_(teologia)
    http://www.fuocosacro.com/pagine/gnosticismo/pistissophia.htm
    https://psicologiaalchemica.wordpress.com/esoterismo-e-religione/lamore-come-conoscenza-la-sophia/
    http://www.ilcerchiodellaluna.it/central_Dee_Sophia.htm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...