MODO

IO …

come pure, credo …

tantissima gente, aspiro al piacere

ed ammiro la splendente bellezza,

mentre, ancora, cerco la felicità 

nel risveglio della mia consapevolezza!

Sono molto curioso, a volte dubbioso,

per questo voglio trovare, personalmente,

quel mondo meraviglioso,

infinita-mente luminoso,

di cui non esiste certezza …

pur sapendo che così facendo

potrei imbattermi nel suo opposto

considerato, ingenua-mente, “tenebroso” …

Ma siccome sono, anche, estrema-mente fiducioso …

scelgo l’avventura di viverli entrambi

senza più alcuna paura …

poiché, semplice-mente,  trovo meraviglioso 

il fatto che, Chi li ha creati dal niente …

abbia pure escogitato il modo,

estrema-mente intelligente,

di ricondurre sulla giusta via …

chi, avendo imboccato quella sbagliata,

dopo l’inevitabile sbandata,

è comunque libero di scegliere,

in qualsiasi istante, d’abbandonare l’ipocrisia,

tornare indietro e poi ripartire,  

questa volta in allegria …

Sì, sono convinto che ognuno di noi

dovrebbe trovare la propria divinità,

capace di racchiudere le due realtà …

abbandonando quelle suggerite da altri 

che affermano solo la metà della verità …

cosa che ovviamente accadrà,

quando … finalmente …

emergerà dalla profonda oscurità,

quel luminoso senso di responsabilità,

che tutti conduce, individualmente,

esclusivamente nel presente,

alla consapevole maturità …

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

5 risposte a MODO

  1. orchideagialla ha detto:

    Sì, chiunque ci riuscirà …
    troverà l’altra metà …
    ed allora … per sempre …
    https://orchideagialla.wordpress.com/2014/08/22/per-sempre/
    sarà …

  2. cometeduale ha detto:

    Grazie al tuo commento,
    ed alla mia logica,
    ho potuto trovare,
    in una figura mitologica,
    un interessante riferimento …

    ABRAXAS
    “« Abraxas pronuncia la parola santificata e maledetta che è vita e morte insieme. Abraxas genera verità e menzogna, bene e male, luce e tenebra, nella stessa parola e nello stesso atto. Perciò Abraxas è terribile. È splendido come il leone nell’attimo in cui abbatte la preda. È bello come un giorno di primavera. Sì, è il grande Pan in persona e anche il piccolo. È Priapo. È il mostro del mondo sotterraneo, un polipo dalle mille braccia, nodo intricato di serpenti alati, frenesia. È l’ermafrodito del primissimo inizio. È il signore dei rospi e delle rane che vivono nell’acqua e calpestano la terra, che cantano in coro a mezzogiorno e a mezzanotte. È la pienezza che si unisce col vuoto. È il santo accoppiamento, è l’amore e il suo assassinio, è il santo e il suo traditore. È la luce più splendente del giorno e la notte più oscura della follia. Vederlo significa cecità. Conoscerlo è malattia. Adorarlo è morte. Temerlo è saggezza. »

    Tracce del culto di Abraxas sono rinvenibili non solo nella psicologia del profondo ma anche nella letteratura del Novecento: nel suo romanzo iniziatico Demian, lo scrittore tedesco Hermann Hesse (amico intimo di Jung, profondamente influenzato dalle sue visioni) riassume in poche parole l’intero complesso simbolico proprio del dio:

    « L’uccello lotta per uscire fuori dal suo guscio. L’uovo rappresenta il mondo. Chi vuole rinascere deve distruggere il vecchio mondo precedente. L’uccello vola alto in direzione della divinità… Dio si chiama ABRAXAS. »”

    (Fonte: https://axismundi.blog/2016/01/24/il-dio-primordiale-e-triplice-corrispondenze-esoteriche-ed-iconografiche-nelle-tradizioni-antiche/)

  3. Daniele ha detto:

    Anche TU, evidentemente,
    hai trovato quel blog interessante,
    chi in esso scrive è dotato d’indiscutibile fantasia …
    personalmente ho apprezzato il post sull’ipocrisia …
    https://axismundi.blog/2018/06/15/ipocrisia-antica-e-ipocrisia-moderna-la-maschera-e-il-daimon/

  4. Pingback: ETERNITÀ – astronascenteblog

  5. gilgameshdisumer ha detto:

    D’ipocrisia parla, ormai, tantissima gente,
    ognuno dal proprio punto di vista,
    equivalente al livello raggiunto dalla propria coscienza …
    https://inconoscibile.wordpress.com/?s=coscienza+

    “L’ipocrita è un bugiardo, non è autentico. Anche oggi il Signore ci invita a fuggire questo pericolo di dare più importanza alla forma che alla sostanza. Ci chiama a riconoscere, sempre di nuovo, quello che è il vero centro dell’esperienza di fede, cioè l’amore di Dio e l’amore del prossimo, purificandola dall’ipocrisia del legalismo e del ritualismo.” …
    (Fonte: https://it.aleteia.org/2018/09/02/papa-francesco-azioni-non-siano-inquinate-da-ipocrisia-e-mondanita/)

    IO Sono assolutamente d’accordo con il fatto che
    il Signore … (l’Unitario Sé)
    https://gilgameshdisumer.wordpress.com/2018/04/15/il-padre/
    ci chiama a muoverci dalle nostre convinzioni,
    https://astronascenteblog.wordpress.com/2016/11/25/muoversi/
    per fare, personalmente,
    “l’esperienza di fede (cioè l’Amore)
    che deve essere “purificata dall’ipocrisia del legalismo
    e del ritualismo” … insegnato dalle religioni …
    https://iosonoiltuose.wordpress.com/?s=Purificazione+

    “Guai all’ipocrisia. Attenti a non cadere nell’errore di essere cristiani solo a parole, in modo formale, e non nella concretezza della vita e dei gesti.”
    ha detto il papa …
    (Fonte: http://www.famigliacristiana.it/articolo/angelus_416251.aspx)
    riferendosi, probabilmente,
    ai tristi fatti accaduti all’interno della chiesa,
    recente-mente …
    https://gilgameshdisumer.wordpress.com/2017/07/10/curioso/#comment-1242

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...