APPASSIONATA-MENTE

Non v’è alcun dubbio,

questa è una certezza,

chiunque s’innamora perduta-mente,

attratto dall’irresistibile, incantevole, bellezza …

Così, probabilmente, progressiva-mente,

si raggiunge quella luminosa, splendente, consapevolezza,

che consente di trovare, finalmente,

(guardandosi ovvia-mente allo specchio …)

la parte mancante,

anche definita “altra metà” da tantissima gente …

Un gioco affascinante …

attraverso cui, incredibilmente,

l’animo fin lì ansimante …

inizia a rilassarsi, beata-mente,

riuscendo anche a placare, momentanea-mente,

quel dolore lancinante …

(derivante dal desiderio …  struggente …

di ri-trovare, interiormente, la smarrita unità)

proiettato, inconsapevolmente,

nel bisogno d’Essere amati …

e di amare …

 appassionata-mente …

per l’eternità …

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

6 risposte a APPASSIONATA-MENTE

  1. Daniele ha detto:

    “La diffusa infelicità del nostro tempo, e di tutti i tempi passati e a venire, è causata da carenza di passioni ‘felici’, che sono la chiave di una vita ‘vivace’. Dalla passione … dipende il destino delle persone” (Alessandro D’Avenia)
    https://g.co/kgs/JkZwx3

    • cometeduale ha detto:

      “È PURA POESIA!”
      D’Avenia è un vero artista,
      quelle che seguono sono parole sue:
      “Arte è ciò che chi ha talento per la vita (tutti)
      può imparare e migliorare giorno per giorno,
      perché ogni tappa sia illuminata, guidata
      e riscaldata da un fuoco che non si spegne,
      quello della passione, felici di essere al mondo
      come poeti del quotidiano
      e non stremati superstiti o pallide comparse.
      Non esclamiamo forse, di un momento di gioia:
      ‘È PURA POESIA’?” …

  2. orchideagialla ha detto:

    Bellissimo ciò che Alessandro riesce ad esprimere ispirandosi al Leopardi:

    “Come mi hai scritto, Giacomo,
    desideri, passioni, dolori,
    e soprattutto l’amore,
    sono il catalizzatore del destino
    nel caos di atomi della nostra fragile esistenza:

    ‘Nessuno diventa uomo innanzi di aver fatto una grande esperienza di sé, la quale rivelando lui a lui medesimo e determinando l’opinione sua intorno a se stesso, determina in qualche modo la fortuna e lo stato suo nella vita … Il conoscimento e il possesso di se medesimo suol venire o da bisogni e infortuni, o da qualche passione grande, cioè forte; e per lo più dall’amore.
    (Pensieri, LXXXII)

    Caro Giacomo, tu mi hai svelato il segreto per far fiorire un destino umano intuito nell’adolescenza. Solo la fedeltà al proprio rapimento (il desiderio di seguire l’impulso verso ciò che ci affascina n.d.r.) rende la vita un’appassionante esplorazione delle possibilità e le trasforma in un nutrimento, anche quando la realtà sembra sbarrarci la strada.” …

  3. Daniele ha detto:

    Sempre lui, Alessandro:
    “L’ombra di Orfeo discende sottoterra. Egli riconosce uno per uno i luoghi che già ha visto una volta e, cercandola per i campi delle anime pie, ritrova Euridice, e la abbraccia appassionata-mente. E qui passeggiano insieme: a volte accanto; a volte lei lo precede e lui la segue; altre volte è Orfeo che cammina davanti e, ormai senza paura di perderla, si gira indietro a guardarla.” …
    (Ovidio, Metamorfosi, XI)

    Una storia bellissima, favolosa …
    ma ho saputo da Te … che …
    c’è chi dice …
    di conoscere quella vera …
    su Orfeo ed Euridice …
    https://astronascenteblog.wordpress.com/2018/07/25/arpha/#comment-2862

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...