MALE?

 

Solo l’Amore

è in grado d’andare

al di là del bene e del male

 

È Lui l’ago della bilancia,

l’equilibrio tanto ricercato,

posto oltre la dualità,

il luogo da dove ogni cosa

si può attentamente osservare

per poter poi arrivare ad affermare

che “Tutto è Bene così com’È”

 

… <<Lo strumento che serve ad unire gli opposti si chiama Amore. Il principio dell’amore è aprirsi e lasciar entrare qualcosa che fino a quel momento era fuori. L’Amore è un dir di sì senza limitazioni né condizioni. L’Amore vuole diventare UNA cosa sola con Tutto l’Universo, e finché questo non ci riesce, non abbiamo ancora realizzato l’Amore. L’Amore non conosce gelosia, perché non vuole possedere: vuole soltanto manifestarsi. Simbolo di questo Amore che tutto abbraccia è l’Amore con cui Dio Ama l’umanità. Non è concepibile che Dio suddivida il Suo Amore in modo differenziato. A nessuno verrebbe in mente di essere geloso perché Dio Ama anche un altro/a. Dio, l’Unità, non fa distinzioni tra bene e male … e per questo Egli/Ella … È l’Amore.>> …

(Fonte: Thorwald Dethlefsen e Rudiger Dahlke, “Malattia e destino”. © 1986 Ed Mediterranee, pag. 66)

 

No, non è semplice fantasia …

fino a quando avvertiremo la nostalgia

di un mondo migliore,

significa che non siamo ancora entrati nel cuore …

 

Volete la verità?

Il desiderio di voler cambiare le cose all’esterno …

è tipico di quella parte d’umanità,

che non ha ancora volto lo sguardo all’interno …

 

e che, perciò, non vive nel qui e ora

(… l’Eterno presente …)

ma in una realtà

creata inconsapevolmente dalla mente

attraverso l’egoità …

 

… perciò succube dell’idea d’imperfezione,

da cui dipende l’illusoria separazione

che è in contrasto con la naturale evoluzione

della mutevole verità …

 

Il rimedio?

Trovare il coraggio d’affrontare,

consapevolmente e senza timore

le provocazioni della vita,

(incluse le emozioni ed il dolore)

 

Viverle intensamente,

farne la totale esperienza,

e, se possibile, ad ogni scelta,

chiedersi se a decidere è il piccolo “io” …

oppure la grande coscienza …

 

TUTTO È BENE

… <<Il “male” è un prodotto artificiale della nostra coscienza polare (duale n.d.r.), proprio come spazio e tempo, e serve a far percepire “il bene” attraverso il suo apparente opposto. È la placenta della Luce. La polarità porta alla disperazione, che del resto serve soltanto alla conoscenza, fa sì che l’uomo si renda conto che soltanto nell’interiore unità può trovare la propria redenzione. La meta ultima dell’uomo, in questo piano d’esistenza, è probabilmente quella di guardare il Tutto e di riconoscerlo che è giusto così com’è. E ciò accade in un istante, grazie ad una personale rivelazione che qualcuno ha chiamato illuminazione, in quanto fa Luce sull’ oscurità dell’incoscienza, cioè la supposta separazione … dall’ Unica Essenza.

… <<La coscienza Umana finirà per uscire dalla sopravvivenza. Uscirà dall’oscurità per entrare in un tipo di sopravvivenza molto più elegante, un sistema in cui quelli che sopravvivono sono in grado di mettere insieme le cose elegantemente, invece di conquistare e dividere le cose. Saranno persone normali, che guarderanno oltre il giudizio e guarderanno oltre le differenze dei sistemi di fede. Si tratta di individui che vedranno Dio ovunque, in tutti i sistemi, e si aspettano prima le cose belle. Vedranno le differenze nei sistemi di fede così come ci sono differenze nella scelta del cibo. Si tratta di un Umano saggio ed equilibrato. Sta arrivando e in parte è già qui. È tutto ciò che volevo dirvi con questo messaggio. Dove siete voi? Qual è il vostro modello? Cominciate a percepire la realtà di tutto questo? Inizia ad essere sicuro, miei cari. È sicuro rilassarsi e abbassare un po’ la guardia, guardarsi attorno ed essere più compassionevoli e più gentili. Alcuni di voi si aspettano ancora qualche colpo basso. È come se foste usciti dalla caverna e non foste sicuri che la tigre del Bengala se ne sia veramente andata. Le tigri sono l’energia vecchia e scappano in tutte le direzioni. I resti di questa vecchia energia, del male e dell’oscurità, stanno perdendo terreno dappertutto. La realtà di questa diminuzione dell’oscurità è ovunque e comincia a mostrarsi, a concentrarsi e sa di avere i giorni contati. Quando vedete questa lotta, sappiate che è una buona notizia. Significa che la fine di questa coscienza del vecchio mondo è in arrivo>> …

Fonte: http://www.stazioneceleste.it/kryon/152K_2015.htm 

Annunci