SANTA MADDALENA

 

C’è un nome altisonante che riporta alla memoria

un gesto eclatante passato alla storia

per via di un’incredibile “vittoria” …

 

Il 10/7/1429, Giovanna entrava a Troyes senza colpo ferire,

e dopo sette giorni, a Reims, Carlo VII, grazie al suo ardire

 veniva incoronato Re di Francia.

 

Una storia triste-mente bella

quella della temibile “Pulzella”

(Jehanne Darc 1412-1431)

che dopo averne favorito l’incoronazione,

ed aver veduto il suo stendardo ad un passo dall’altare,

è stata bruciata viva dalla “santa” inquisizione …

capace, prima d’esalare l’ultimo respiro, di gridare ai suoi carnefici:

<<Voi non siete la chiesa, IO Sono l’inviata da Dio!>>

 

A questo punto, in ME nasce spontanea una curiosità:

se Carlo VII, come da molti detto, è stato davvero incoronato

nel rispetto della tradizione legata al culto della Maddalena,

colei che, secondo la silenziosa arte,

sedeva accanto a Gesù nell’ultima cena …

dapprima etichettata come prostituta

e poi fatta santa dalla religione del peccato …

perché le donne, fino ad oggi, si son prese tanta pena?

 

Potranno, costoro, in quanto paritarie nella divinità,

essendo del Cristo l’altra metà,

essere considerate depositarie della Verità?

 

State dubitando vera-mente?

Allora, probabilmente,

siete in contatto con la realtà …  

ECCLESIA VITERBENSIS

 … “È importante soffermarsi sulla figura di Michelangelo Buonarroti. Adottato in tenera età da Lorenzo dei Medici, detto il magnifico, fu educato alla sua corte al Neoplatonismo, in netto contrasto con gli insegnamenti della chiesa, dai migliori precettori dell’epoca, tra cui Pico della Mirandola e Marsilio Ficino. Dopo varie vicissitudini che lo portarono in diverse città italiane, Michelangelo, intorno al 1500, si stabilisce a Roma, dove ottono anni dopo inizia ad affrescare il soffitto della cappella Sistina e stringe un profondo rapporto di amicizia con Vittoria Colonna, animatrice dell’Ecclesia Viterbensis che rappresentava, per i suoi aderenti, il fulcro attorno al quale doveva rinascere la chiesa Cristiana, sintesi della divisione tra cattolici e protestanti. La base dottrinale consisteva nel bandire l’inquisizione, in quanto le “sacre scritture” dovevano essere interpretate libera-mente e secondo coscienza. Il rapporto con Dio, infatti, doveva essere di tipo intimo e spirituale, non poteva, quindi, esserci più ortodossia o eresia. Vittoria s’identifica con Maria Maddalena (“la bella donna, a cui dolente premo”) e col suo amore per Gesù, dedicando loro diverse rime.  Michelangelo ha sempre sostenuto che la chiesa si è fatalmente smarrita. Gli affreschi della cappella Sistina, il cui pavimento è cosparso di stelle di David, ha le stesse dimensioni del tempio di Salomone. Nell’affresco della “creazione di Evaè evidente che questa nasce dal fianco di Adamo, come è scritto nella Torah ebraica, mentre la tradizione cristiana la fa nascere da una costola dell’uomo. Il termine usato in ebraico è ‘tzela’ che significa ‘lato’ e non costola, inoltre, nella tradizione giudaica, il vocabolo ‘lato’ o ‘fianco’ è riferito ad uno stato di ‘parità’. Quindi Michelangelo vuole affermare che la donna è stata creata per stare al fianco dell’uomo e non un suo attributo (costola), non una ‘cosa’ di sua proprietà, ma il suo completamento. Queste idee ricordano il dualismo dello gnosticismo: non c’è male senza bene, non c’è ordine senza caos, non c’è supremazia tra elementi diversi, essi si completano a vicenda, senza l’uno non può esserci l’altro/a. Questo concetto di complementarietà e parità tra genere maschile e femminile viene rafforzato nell’affresco del “peccato originale” dove l’albero è un fico, anche qui come nella Torah, e Adamo prende direttamente il frutto dall’albero e non da Eva.” …

(Fonte: Luigi Cagnazzo, “Jeoshoa e MyriamLe radici del cristianesimo. © 2016 G. Albatros, pag. 253-257, stralcio)

Ovvia-mente, con ‘piccole’ modifiche apportate dallo scrivente …

 

La conclusione?

Se vuoi giungere alla vera comprensione

devi mettere in discussione la cieca obbedienza,

altrimenti sarà difficile che TU possa fare ritorno

alla pura Essenza …