SPIRITO SANTO

 

A lungo ho creduto …

d’averlo avuto accanto,

ma poi, quando l’ho sperimentato

ho riso tanto …

 

… poiché è così che È

lo spirito santo …

gioioso, per niente ansioso,

ed aspetta, premuroso,

d’accogliere chiunque in quell’incanto …

 

Nel frattempo,

Egli gode nel vedere come ciascuno

utilizza il proprio talento …

  

L’ETERNITÀ

… <<Lo Spirito santo insegna ad alcuni a fare miracoli, ad altri a parlare le lingue, ad altri ad insegnare, distribuendo ad ognuno uno specifico talento, ed a coloro che ne hanno avuto la grazia, esso mostra la via dell’ “IO Sono” (Il Padre ed io siamo UNO). Il cristiano Le Saux parla, com’è abituato, di Spirito santo e cita qui il passo evangelico in cui Gesù esprime la sua unità col Padre (Gv 10, 30). Ancora più significativo in proposito è però il passo evangelico in cui Gesù dice ai giudei, che non sono in grado di capire: “Prima che Abramo fosse, io sono”, e Le Saux lo riporta esplicitamente: “Prima di essere nato, ero? Nel linguaggio del tempo, devo dire senza dubbio: non ero. Ma “IO Sono” non è il contrario di “io non ero?”. IO Sono ha un rapporto essenziale con l’eterno Ahm. Non posso dire “IO Sono” senza riferirmi all’eternità.>> …

(Fonte: Marco Vannini, “Oltre il cristianesimo”. © 2013 Bompiani, pag. 228-229)

Annunci