VIAGGI

(Sogno di daniele – Viaggio nelle dimensioni – Parte 2^)

 

… (Parte 1^ – Io, Tardis ed Alessandro siamo entrati nello stargate) …

Tardis si unisce alla mia persona e dalla fusione nasce “un altro Me”, più giovane (dell’età di circa 12-13 anni), e dalla pelle di colore viola. Uscendo dall’altra parte dello Stargate ci troviamo sulla Terra, inizi 1900. Dentro di Me ci sono tutte le informazioni necessarie per poter interloquire con la gente del luogo. Alessandro, curioso, vuole sapere da un abitante del posto in che giorno ci troviamo, quegli gli risponde che è il 10 gennaio del 1901. Io ringrazio lo sconosciuto il quale non può fare a meno di notare il mio particolare colorito che rassicuro, dicendo che è solo un piccolo difetto di pigmentazione. Lui insiste nell’osservarci e nel farci notare che indossiamo abiti strani … Io gli rispondo che forse è lui che non è aggiornato sugli sviluppi delle nuove tendenze in fatto di abbigliamento. Lui fa finta di crederci e, data la nostra giovane  età, ci prende in simpatia, e ci invita a casa sua. Lungo il percorso incontriamo altre persone che si lamentano della loro condizione di vita, imputandola ad un’ipotetica crisi causata da una guerra civile. Mi dico che forse debbo aiutarli a riflettere. Perciò dico al “vecchietto” che è giunta l’ora di finirla d’opporsi a qualsiasi cosa ed iniziare a godersi la vita, eliminando ciò che causa problemi e non è indispensabile. Egli ci pensa su mentre mio fratello dice che è il denaro la prima causa di ogni conflitto. Giunti a casa sua ci parla di una sua nipote dell’età di cinque anni che presenta, in mezzo alla fronte, un simbolo rappresentante un cerchio contenente un triangolo con la punta rivolta verso l’alto ed i vertici che toccano la circonferenza. Alessandro mi manda uno sguardo d’intesa. Osservo la bambina e mi rendo conto che questa, a parte il simbolo, sta proprio bene. A questo punto chiedo loro di accompagnarmi nella biblioteca del paese ove reperisco testi che riportano le particolarità delle persone come Me e sua nipote. Al vecchietto che sembrava cadere dalle nuvole, ho detto di non fare di sua nipote l’attrazione del luogo, ricordandogli che fine aveva fatto Gesù. Questi ha risposto che avrebbe provveduto affinché ciò non fosse accaduto. Ci salutiamo e mentre io ed Alessandro ci avviamo sulla strada del ritorno, incontriamo il mio peggior rompiscatole … un altro compagno di “sogni” … che ho già descritto con il nome di Diego (parte 1^)”. Costui inizia a fare lo spiritoso facendo finta di non riconoscermi, poi mi dice: <<Hai capito finalmente chi sono e cosa faccio?>>. Io gli rispondo che avrei preferito che me lo avesse detto direttamente la volta precedente ma che, in ogni caso, ora l’avevo compreso. Dico ad Alessandro di entrare nello Stargate che è già settato per il viaggio di ritorno a casa, mentre io m’intrattengo con Diego (parte 2^). Parliamo sull’opportunità di rivelare le nostre identità e il nostro stile di vita alle persone che ci circondano, lui se ne esce con una delle sue solite battute: <<Sarà stato destino!>> pur non credendo, egli, nel destino … Poi mi ha detto che sarebbe ora che la smettessi d’ostacolarlo nei sogni quando vorrebbe venire a riferirmi dei messaggi … e di prepararmi per fare a mia volta ritorno a casa … al che fa schioccare le dita e … finisce il sogno …

Annunci

Una risposta a VIAGGI

  1. Pingback: SOGNI Max e Dan 2014-08-31 | La Nuova Era

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...